SAN  PIETRO  APOSTOLO

Di  ROCCAMONTEPIANO

S.PETRI   Ap. de   Monteplano

 

Questo Monastero  diruto è rimasto nascosto nella vegetazione ed introvabile,fino a qualche decennio fa….pur esistendo con le sue rovine a poche centinaia di metri a valle di Roccamontepiano (CH)…….

Introvabile ……o forse troppo rovinato……poiché non né parlò nemmeno il Gavini…….

Per ritrovarlo,passando da Casalincontrada (CH),occorre scendere al ponte dell’Alento e risalire verso Roccamontepiano,fino a quota 410……a  poche centinaia di metri dal paese che nella piazza principale quota 452 metri s.l.m.

Ci sono stati lavori di scavi e recupero  iniziati nel 2001 dal Comune di Roccamontepiano  con l’Università D’Annunzio,per le integrazioni murarie essenziali a fermare i crolli e rendere visibile il complesso,pur nelle sue rovine.anche liberando la parte interna al Monastero dalle piante e vegetazione infestante……

Particolare cura di ripristino è stata posta per l’area occupata dalla chiesa e per le mura perimetrali…..

Ad occupare per ultimi il Monastero furono i monaci Celestini,che abbandonarono il cenobio nel XVI secolo…..iniziando così l’inesorabile declino di San Pietro……tanto da essere oggetto di asportazione di materiali lapidei per costruzioni locali……

La fonte più antica che data al 1048 l’esistenza del cenobio è il Chronicon Casauriense,che cita all’appendice (cc.208 v.-209 r.) il Monastero Benedettino  SANCTI  ANGELI  AD MONTEM (PLANO)……

Il Pietrantonio (cfr.Ugo Pietrantonio-Il Monachesimo Benedettino nell’Abruzzo e nel Molise) ci ricorda che il nome del Monastero Benedettino alle sue origini,era di S.ANGELI  de Monteplano,poi San Pietro……

Lo stesso Pietrantonio nel citare le fonti edite (Balducci….Sella) e la Bibliografia  (….Cottineau…Celidonio….Moscati….Chiaverini….Bloch) scrive nei cenni storici che se ne fa menzione nella Bolla di Celestino V

del 27.9.1294….(Zecca….).

Il Monastero,alle origini Benedettino (Maschile…..retto da Abati….),nel corso degli anni è passato all’Ordine delle  Clarisse (…..ignoriamo i nomi delle “Badesse” che si sono succedute nel tempo….),ed è il Pietrantonio che ci ricorda che allora si chiamò “San PIETRO  delle  MONACHE”……..

Il nome definitivo è stato dato dall’Ordine dei CELESTINI,che subentrò alle Clarisse (cfr.U.Pietrantonio) chiamandosi così “S.PETRI Apostoli de Monteplano”……

Oggi l’area del Monastero,dopo i lavori effettuati alle mura perimetrali ,è molto chiara……e l’intero complesso è tornato alla luce privo di vegetazione infestante e con alcune pavimentazioni rifatte,mostrandosi leggibile nelle sue forme originarie….

                                                 Gianni Di Muzio

 

Facciata e portale d’accesso del Monastero di San Pietro a Roccamontepiano (CH)

 

Sala di accesso  e porticato ripristinato che immette al Monastero di S.Pietro di Roccamontepiano………..

 

Mura perimetrali del Monastero di San Pietro di Roccamontepiano (CH)