Badia S.Petri

Cugnoli

 

 

                A cura di Gianni Di Muzio

 

 

 

Nella Diocesi dell’antica Pinna (oggi Diocesi di Penne-Pescara) sorgeva- a monte di Cugnoli-a quota 335 s.l.m.-

il Monastero di San Pietro,eretto dopo l’anno mille dai monaci Benedettini.

Si conosce anche l’Osservanza -Cistercense maschile- di questo antico Monastero,grazie alle ricerche condotte da Ugo Pietrantonio (vedi il libro “Il Monachesimo Benedettino nell’Abruzzo e nel Molise”-edito nel 1988 da Rocco Carabba di Lanciano-Stab.Graf.Marchionne di Chieti-).

 

Contrada San Pietro ,a monte di Cugnoli (Pe)-

q.335 s.l.m.-by Google Earth

 

Contrada San Pietro .

…… il cippo fatto di tre antiche pietre lavorate…..

 

Da un sopralluogo  effettuato dallo scrivente il 18.10.2007,

con informazioni dirette a diversi anziani residenti del posto ,

sono emerse quattro cose, concordanti per tutti gli intervistati:

1) era nota l’esistenza sul posto di un antico insediamento monastico,per notizie avute dagli avi……

2) nessun agricoltore,lavorando i campi,aveva mai trovato una minima traccia dei resti dell’insediamento negli ultimi decenni……..

3) negli anni antecedenti la seconda guerra mondiale al bivio della strada comunale di c.da S.Pietro,a quota 335,vennero messe le uniche tre pietre lavorate ritrovate e conservate, provenienti dall’antico Monastero,una sull’altra,come un cippo,all’incrocio delle due strade,con una croce in ferro infissa sopra…….

4) era nota la rovina del Monastero ,con le pietre asportate per altre costruzioni e il trasferimento dei resti dell’unico manufatto scampato alla distruzione nella chiesa parrocchiale di Cugnoli (conosciamo la data del trasferimento dell’ambone : 1528).

(click here…..blog Chiesa S.Stefano di Cugnoli-Ambone di Nicodemo)

 

 

Il cippo innalzato in C.da S.Pietro di Cugnoli

 

Gli unici cenni storici della Badia S.Petri è del Pietrantonio (opera citata,pag.159):

“Resta ignota  la data di fondazione,che può farsi risalire al secolo X11 dal momento che l’ambone esistente nella chiesa annessa al Monastero e trasportato nel 1528 nella chiesa Parrocchiale di S.Stefano,reca quale data di esecuzione quella del 1166.Il committente dell’ambone fu lo stesso ab.Rainaldo che fece eseguire l’ambone di S.Maria del Lago di Moscufo”.

“Fonti manoscritte:Aste Aff.Eccl.Busta 21 (1791-1796); Intend.Francese Busta 172 (1791-1793).”

 

Cippo di q.335 a C.da S.Pietro (Cugnoli)

 

Cugnoli (Pe)-Contrada San Pietro-cippo a quota 335

 

Si può avanzare l’ipotesi che il Monastero fu distrutto nel XV secolo in seguito alle incursioni Saracene in terra d’Abruzzo.

Certo è che alla distruzione totale-una vera“tabula rasa”-è seguita una razzia al suolo dei materiali lapidei….. per altre costruzioni…….