L’ Ambone del Maestro Acuto

   nella Chiesa Medievale di

    Sant’Angelo di Pianella

 

Pianella (Pe)

S.Angelo-oggi Santa Maria Maggiore-Sec.X11

 

 

“La chiesa dedicata a santa Maria e Sant’Angelo

incominciata dalle maestranze di scuola Valvense

mancava del portale e dell’ambone quando,circa il

1282,i maestri di Casauria emigrarono dalla grande

Abbadia per la morte di Leonate e si dispersero

nei paesi vicini in cerca di lavoro.”

(Ignazio Carlo Gavini-Storia dell’Architettura

in Abruzzo-Costantini Editore-Pescara)

 

L’ambone del Maestro Acuto

 

Sull’architrave del pulpito è scritto in latino:

«  hoc opus isigne fecit componere digne abas

eccle Robertus honore Marie « 

 

 

..e sul  Leggio appare l’autore dell’opera :

“ Magister Acutus fecit hoc opus “

Solo due facce del pulpito sono decorate,essendo una faccia addossata al muro della chiesa ed un’altra aperta in direzione

del presbiterio.

 

“A parte gli evidenti legami con gli amboni di San Clemente

e  di San Pelino ,nelle pilastrature ove s’incastrano i pannelli

del davanzale ,degli architravi,dei capitelli,quello del Sant’Angelo

si distacca per la comparsa di figurazioni animali ed umane

sui pannelli in precedenza sempre ornati dai grandi e sbalzanti

fioroni abruzzesi .Questa alterazione dei consueti schemi

e la qualità plastica delle figure ,fa presumere un’origine

nordica del Maestro Acuto e delle maestranze

 che l’accompagnarono.”

(Mario Moretti-Architettura Medioevale in Abruzzo-

Ed.Stefano De Luca-Roma)

 

Particolare dell’ambone del Maestro Acuto

Sant’Angelo-oggi Santa Maria Maggiore di Pianella (Pe)

 

 

Particolari dei capitelli dell’ambone del Maestro Acuto

Sant’Angelo-oggi S.Maria Magg.di Pianella

 

 

Particolari dell’ambone del Maestro Acuto

Sant’Angelo-oggi Santa Maria Maggiore di Pianella (Pe)